Ciclo Mestruale e Aumento di Peso

Ciclo Mestruale e Aumento di Peso

Quasi il 40% delle donne in età fertile (e già prima dei trent’anni) lamenta con l'arrivo del ciclo un insieme di disturbi diversificati e difficili da definire.

La condizione patologica di questo periodo, e la sintomatologia che lo caratterizza, sono indicate in medicina come sindrome premestruale (PreMestrual Syndrome – PMS): non è altro che la degenerazione dei fastidi a tal punto da condizionare la vita quotidiana, sia lavorativa sia domestica.

La sindrome premestruale ha caratteristiche molto diverse da donna a donna. I disturbi associati al ciclo sono numerosi e per questo motivo vengono suddivisi in due tipologie:

  • disagi di natura psicologica come cambiamenti di umore, irritabilità, insicurezza, aggressività, stanchezza, etc.
  • disagi di natura fisica come gonfiori (addominali, alle caviglie), dolore al seno, emicrania, aumento di peso, etc.

Nella sindrome premestruale i sintomi si manifestano circa dai 4 ai 7 giorni prima del ciclo - ma ad alcune può iniziare anche quindici giorni prima - e migliora o svanisce con l'inizio del ciclo.

Le cause a capo dei disturbi premestruali ancora oggi non sono completamente certe e dimostrate.

Una responsabilità importante è da attribuire al cambiamento dell’equilibrio ormonale, in particolare della serotonina.

La vitamina B6 contribuisce alla produzione della serotonina e spesso è l’origine di forme di depressione.

È certo tuttavia che non può essere considerato l’unica origine della sindrome premestruale.

Un eccesso dell’ormone prolattina in alcune donne, ad esempio, giustifica la ritenzione idrica e il seno dolente.

Le donne maggiormente soggette a dolori premestruali, inoltre, si è riscontrato essere anche coloro le quali presentano un deficit di progesterone nei giorni successivi all’ovulazione.

Cause dell'Aumento di Peso

L’aumento di peso in fase premestruale, uno dei disturbi lamentati più di sovente, ha due concause.

  • Prima del ciclo accade che l’organismo aumenti le proprie capacità di elaborazione degli zuccheri. Quindi aumentano la voglia e il consumo di cibi dolci, particolarmente calorici. In verità la necessità di una quantità maggiore di alimenti glucidici dipende dal bisogno di aumentare i livelli di serotonina. Più serotonina significa più serenità e tranquillità, ma anche, quasi certamente, maggior peso.
  • Un altro fastidio spesso lamentato è il gonfiore – all’addome, al seno, alle caviglie –, non di necessità relazionato al peso. Generalmente si tratta in realtà di aumento di volume e il gonfiore è determinato dai liquidi, relativamente facili da espellere. Quindi si tratta di una temporanea forma di ritenzione idrica che altera i tessuti sottocutanei e ne aumenta il volume. All’arrivo del ciclo con il reflusso si perdono tutti i liquidi e si riacquista la forma.

 

 
disclaimer - copyright - contatti - webmaster
sonoinforma.com